dr-domenico-anzisi-correzione-dei-denti-sporgenti
18 Gen 2019

Denti sporgenti, come correggerli anche da adulti

Correzione dei denti sporgenti a Napoli

I denti sporgenti, chiamati in ortodonzia malocclusione di seconda classe sono fra i problemi di disallineamento dentale più comuni nei pazienti in crescita. La malocclusione di seconda classe può essere causata da una anomala posizione dei denti, ma più spesso è il segno di un rapporto scorretto fra l’osso mascellare e quello della mandibola con ripercussioni negative sul profilo del paziente. Vediamo quali condizioni possono causare i denti sporgenti e quali sono le tecniche più adatte per i bambini e per gli adulti.

 

Come si sviluppano i denti sporgenti

Esistono tre condizioni che possono portare allo sviluppo dei denti sporgenti durante il periodo di crescita e consolidamento delle ossa. Può accadere, infatti, che nei bambini l’osso mascellare superiore cresca più del normale, che la mandibola cresca poco e si trovi indietro rispetto al mascellare superiore, oppure una combinazione di questi due fattori. Questo significa che due bambini possono avere i denti sporgenti, ma presentare un’occlusione di seconda classe con caratteristiche del profilo completamente diverse a seconda delle possibilità sopra descritte.
Una diagnosi accurata permette di stabilire se la malocclusione di seconda classe dipende dalla mandibola che è troppo indietro (retrusione della mandibola), dalla mascella pronunciata (protrusione mascellare) o dalla combinazione dei due fattori.

 

I trattamenti per correggere i denti sporgenti

Poiché i denti sporgenti sono strettamente legati allo sviluppo delle ossa, nella maggior parte dei casi è necessario un trattamento funzionale per stimolare la crescita della mascella, correggere il rapporto fra le arcate dentali e rendere il profilo più armonico. L’efficacia del trattamento dipende soprattutto dalla scelta del momento più giusto per l’inizio della terapia.

 

La correzione dei denti sporgenti per i bambini

Nei pazienti in fase di crescita, la terapia ortopedico-funzionale è considerata fra le più valide. Questo trattamento permette di riequilibrare il rapporto fra il mascellare superiore e la mandibola agendo in modi diversi.

 

La trazione extra orale
Nel caso in cui il mascellare superiore si è sviluppato troppo, il dispositivo più utilizzato è la Trazione Extra-Orale, più noto come TEO o “baffo”. La TEO agisce principalmente limitando la crescita del mascellare superiore. Si tratta di un dispositivo rimovibile da indossare almeno 13-14 ore al giorno. È ideale nel trattamento dei pazienti che mostrano un profilo caratterizzato da un avanzamento spiccato del labbro superiore, sostenuto dagli incisivi che sporgono in avanti. Con la TEO è possibile limitare la crescita della mascella ma, ovviamente, non è possibile ridurne le dimensioni quando l’osso si è già completamente sviluppato.

teo-correzione-denti-sporgenti

 

Il propulsore mandibolare
Se, invece, la mandibola è poco sviluppata, è indicata la terapia con un propulsore mandibolare. Questo dispositivo risulta molto utile nel trattamento di pazienti che presentano un profilo con la mandibola in una posizione arretrata rispetto al mascellare superiore. I propulsori mandibolari agiscono forzando il sistema neuro-muscolare del paziente a portare in avanti la mandibola e stimolando la crescita dell’osso, correggendo così il disequilibrio fra il mascellare superiore e la mandibola. I dispositivi possono essere fissi o mobili, la scelta è a discrezione dell’ortodontista in relazione alle necessità dei pazienti e all’età in cui si inizia la terapia. Nella maggior parte dei casi, alla terapia con propulsore mandibolare segue quella con l’apparecchio dentale fisso, per consolidare i risultati ottenuti o per correggere l’allineamento dei denti.

 

È fondamentale ricordare che la terapia ortopedico-funzionale è efficace solo durante la fase di crescita del paziente. Per questo motivo, è necessario fare sin da piccoli una visita ortodontica nel nostro studio dentistico a Napoli.

 

La correzione dei denti sporgenti con Invisalign

Invisalign Napoli

Per i pazienti adulti, le possibilità di trattare i denti sporgenti dal punto di vista scheletrico diminuiscono. Tuttavia, è sempre possibile correggere questo difetto, ottenendo un risultato apprezzabile per la funzione orale e per l’estetica del viso, con un apparecchio ortodontico tradizionale o trasparente.

 

 

 

L’apparecchio trasparente Invisalign per adulti

L’apparecchio invisibile Invisalign è stato progettato per trattare diversi problemi di disallineamento e malocclusione dentale anche in età adulta. Il trattamento Invisalign contribuisce a raddrizzare i denti e a migliorare la funzionalità e l’estetica del sorriso grazie all’utilizzo di una serie di mascherine trasparenti, o aligners. Progettati su misura per ogni paziente, gli aligners di Invisalign vengono sostituiti settimanalmente, favorendo lo spostamento graduale dei denti, fino a ottenere il risultato desiderato. L’apparecchio Invisalign può essere rimosso ogni volta per mangiare, spazzolare i denti e passare il filo interdentale, senza tutte le difficoltà degli apparecchi ortodontici tradizionali. Inoltre, anche gli aligners sono estremamente facili da pulire, perché basta rimuoverli e sciacquarli. È importante, però, che siano indossati per almeno 22 ore al giorno per ottenere il massimo risultato dal trattamento.

 

Le fasi del trattamento con Invisalign

invisalign-ortodonzia-invisibile-napoli-22Fase 1. Visita conoscitiva
Il percorso per la correzione dei denti sporgenti da adulti inizia prendendo appuntamento per una visita conoscitiva. Il controllo preliminare ci fa capire se l’apparecchio trasparente Invisalign è adatto alle problematiche dal paziente e quanto potrebbe durare il trattamento.

 

 

Fase 2. Valutazione iniziale
Si comincia valutando lo stato di salute di denti e gengive con fotografie e radiografie. Poi vengono prese le impronte delle arcate dentali e tutti i dati ottenuti vengono utilizzati per progettare gli aligners personalizzati.

 

Fase 3. ClinCheck
A questo punto, lo speciale software Invisalign ClinCheck 3D simulerà lo spostamento dei denti durante il trattamento, per mostrare al paziente tutti i progressi nel tempo, fino a raggiungere il risultato desiderato.

 

Fase 4. Applicazione degli aligner
All’appuntamento successivo sarà possibile applicare gli aligners. Nella maggior parte dei trattamenti Invisalign è necessario anche applicare sui denti dei piccoli attacchi colorati per facilitare lo spostamento dei denti nella posizione corretta.

 

Fase 5. Nuovi aligner
Durante tutto il trattamento, gli aligners vengono sostituiti in media ogni settimana e ogni mese controlleremo i risultati. Un trattamento Invisalign può durare da 6 mesi a 1 anno, ma i tempi dipendono dalla situazione di partenza e dalla buona volontà del paziente.

 

Fase 6. Mantenimento dei risultati
Alla fine del trattamento, nella maggior parte dei casi, è necessaria una terapia di mantenimento, per evitare che i denti si spostino ulteriormente e assicurarsi così un risultato perfetto.

 

I denti sporgenti e le malocclusioni possono influenzare negativamente lo stile di vita e rendere meno sicuri nelle relazione con gli altri. Con Invisalign è possibile correggere i difetti del sorriso anche da adulti in modo graduale e senza che nessuno noti l’apparecchio invisibile.

 

 

Potrebbe interessarti anche:
Ortodonzia invisibile a Napoli con Invisalign
Invisalign: sorrisi da un matrimonio
Conosci l’apparecchio Invisalign Go?

 

 

About Author

Dr. Domenico Anzisi