Ortopantomografia, a cosa serve?

L’ ortopantomografia (detta anche panoramica dentale, OPT o ortopanoramica) è l’esame radiologico principalmente richiesto e utilizzato in odontoiatria ed in tutte le sue branche. Rappresenta il primo e unico esame che permette al dentista di avere la chiara situazione della stato della bocca del paziente.

I vantaggi dell’ortopantomografia

L’ortopantomografia, con una sola scansione veloce, indolore e con relativo basso assorbimento di raggi x permette di:

• Avere in un’unica lastra o schermata video entrambe le arcate dentarie con relativo supporto (mandibola e mascella).

• Stabilire le condizioni generali della bocca del paziente aiutando notevolmente il dentista nella formulazione della diagnosi così da individuare la terapia più corretta.

• Valutare il processo di dentizione, le ossa mascellari e le articolazioni temporo-mandibolari.

• Ispezionare in maniera approfondita lo stato dei denti e scoprire in anticipo eventuali carie nascoste prima che queste possano distruggere buona parte dello smalto della corona, trasformarsi in pulpite e scatenare forti mal di denti.

• Esaminare lo stato del parodonto (gengive, legamento parodontale e osso alveolare) ovvero dei tessuti che circondano e sostengono il dente.

• Permettere l’individuazione e la valutazione del granuloma apicale.

• Consentire lo studio della diminuzione della densità e della quantità di osso alveolare (che ospita la radice del dente) a causa di infiammazione (osteolisi alveolare).

• Vedere un dente del giudizio ritenuto.

• Conoscere la posizione e l’ampiezza dei seni paranasali e il percorso del nervo alveolare.

• Individuare cisti o tumori.

Esecuzione dell’esame radiologico

L’esecuzione dell’ortopantomografia è molto semplice, veloce e poco nociva per il paziente. La persona che deve eseguire la panoramica dentale o ortopantomografia deve presentarsi davanti alla macchina dopo essersi liberata di, telefono cellulare, gioielli e bigiotteria e di tutte le protesi dentarie mobili.

Quando il paziente è pronto deve sistemarsi in posizione eretta, mordendo un bite di plastica monouso connesso stabilmente alla macchina.
Durante l’esecuzione della panoramica, una parte della macchina ruoterà intorno alla sua testa. Tale avvertimento è molto importante affinché il paziente non si spaventi e mantenga la posizione assunta senza muoversi finché la macchina non avrà terminato pena la mancata riuscita dell’esame.

L’ortopantomografia digitale

Con l’avvento delle nuove tecnologie e in particolare dell’ortopantomografia digitale, è stato possibile raggiungere nuovi traguardi che permettono di fornire al dentista immagini sempre più sovrapponibili alla realtà, più nitide, senza distorsioni e con una minore esposizione alle sorgenti ionizzanti per il paziente.
I programmi che di solito vengono forniti per la lettura dell’ortopantomografia digitale sono anche in grado di migliore la qualità della visualizzazione dell’immagine già acquisita e archiviata agendo sulla regolazione automatica o manuale della luminosità e sul grado di contrasto. Se l’immagine acquisita è stata salvata a risoluzione molto alta, è anche possibile per il dentista effettuare degli ingrandimenti per mettere in risalto determinati particolari.

Ortopantomografia per bambini

L’ortopantomografia è utile per i pazienti con dentatura mista, cioè durante la seconda dentizione quando ai denti decidui si sostituiscono quelli permanenti. I programmi radiodiagnostici studiati per i bambini prevedono un’ulteriore diminuzione della dose di raggi x.

Dove si esegue l’ortopantomografia

Allo studio dentistico Delfino Anzisi a Napoli è possibile effettuare l’ortopanoramica direttamente in sede, con un gran risparmio di tempo per i nostri pazienti. Questo esame consente di impostare fin da subito un piano terapeutico individuale e mirato. Contattaci per maggiori informazioni.

Fonte: denti360

Lascia un commento