Hai bisogno di prenotare un appuntamento? Tel 081 578 50 37

Lingua bianca, ecco cosa bisogna sapere

La lingua bianca rappresenta una condizione molto diffusa nei pazienti. Nella maggior parte dei casi non deve destare preoccupazioni, anche se è sempre raccomandato consultare il proprio medico di fiducia.


Lingua bianca, ecco cosa bisogna sapere. Si tratta di un fenomeno caratterizzato da un’alterazione cromatica della lingua, che risulta ricoperta da una colorazione che tende al bianco o al grigiastro. Alcune volte, tutta la lingua può anche essere ricoperta da chiazze e macchie bianche. Ma cosa si intende, nello specifico, con il termine “lingua bianca”? E in che modo bisogna curarla? Scopriamolo.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Mucocele: cause e trattamenti

 

Cos’è la lingua bianca

La lingua bianca è la conseguenza di una colonizzazione batterica o fungina della sua superficie, con intrappolamento di cellule morte tra i suoi piccoli noduli. Si tratta di un sintomo comune che, nella maggior parte dei casi, non deve destare alcuna preoccupazione, un fenomeno transitorio che può essere curato in maniera semplice e rapida. In alcuni pazienti, tuttavia, la lingua bianca può rivelarsi sintomo di infezione o di una condizione sottostante più grave, specialmente se la lingua cambia drasticamente aspetto, se causa dolore o se la condizione tende a persistere per più di due settimane. In questi casi specifici, consigliamo di consultare subito il medico di fiducia per una diagnosi accurata.
Innanzitutto, è bene sapere che la lingua è un organo molto sensibile alle variazioni del nostro organismo, soprattutto per l’intensa vascolarizzazione a cui viene sottoposta: questo per la sua particolare conformazione e posizione anatomica. La lingua è ricoperta da uno strato di piccole estroflessioni, che vengono chiamate papille filiformi, che ricoprono sia la funzione gustativa, che il blocco delle cellule esfoliate e dei piccoli residui alimentari. Per questi motivi è necessario che il dorso linguale sia sempre ben pulito per mantenere il naturale colore rosa.
La lingua bianca, infatti, è la causa della crescita elevata dei villi della mucosa che la riveste; quando l’organismo è in buona salute, i villi sono bassi e la lingua mantiene il suo colore rosa. Nel caso di un segnale di emergenza, invece, questi vengono stimolati e crescono, provocando il cambiamento di colore della mucosa.

 

Cause della lingua bianca

Le cause della comparsa della lingua bianca possono essere molteplici. Come abbiamo già avuto modo di vedere nel paragrafo precedente, si tratta con molta probabilità di un disturbo del nostro corpo, un segnale che ci sta inviando. Se l’aspetto della lingua dovesse mutare improvvisamente, o se la superficie si dovesse ricoprire di macchie bianche, allora questo può essere la conseguenza di gastrite o ulcera, o a patologie che, in generale, sono legate all’apparato digerente o a un cambio di abitudini alimentari. Ecco un elenco delle cause che porterebbero al colore bianco della lingua:

  • disturbi gastrointestinali;
  • cattiva digestione;
  • reflusso gastroesofageo;
  • problemi al fegato;
  • stress;
  • affaticamento stagionale;
  • febbre.

 
Altre ragioni sono da ricondurre a problematiche legate all’assunzione di farmaci o ad abitudini sbagliate nello stile di vita quotidiano, ad esempio:

  • scarsa igiene orale;
  • disidratazione e bocca secca causata da xerostomia, fumo e farmaci;
  • eccessivo consumo di alcolici;
  • respirare con la bocca, a causa ad esempio di condizioni che rendono il naso congestionato;
  • irritazione meccanica dovuta alla presenza di protesi;
  • alimentazione squilibrata ed eccessivamente ricca di grassi che potrebbe alterare la normale flora batterica orale;
  • terapie antibiotiche prolungate.

 
Ma ci sono anche altri fattori che possono causare la lingua bianca, comprese alcune malattie infiammatorie della bocca:

  • leucoplachia: condizione comune dovuta a una crescita eccessiva di cellule nel rivestimento della bocca, che si combinano con la proteina della cheratina, formando una macchia bianca in rilievo sulla lingua – spesso si può contrarre irritando la bocca e la lingua stessa assumendo alcolici o fumando;
  • mughetto orale, causato a sua volta dalla Candida (fungo): causato da un’alterazione della flora della bocca, spesso favorito dalla compromissione delle difese immunitarie specifiche contro la crescita patogena del fungo;
  • lichen planus orale: malattia orale infiammatoria cronica a lungo termine, che in genere deriva da un disturbo del sistema immunitario e da altre minacce microscopiche;
  • lingua geografica: si verifica quando la pelle della stessa ricresce, con parti dello strato superiore che cadono troppo rapidamente, lasciando aree arrossate che sono spesso infette e altre parti della lingua che rimangono nello stesso stato troppo a lungo, facendogli di conseguenza assumere un colore biancastro.

 

Rimedi contro la lingua bianca

Per guarire dalla lingua bianca, bisogna innanzitutto comprendere il tipo di patologia che causa il problema. Nel caso sia scaturita da candidosi orale, ad esempio, occorre rafforzare le difese immunitarie proteggendo e riequilibrando la flora batterica attraverso l’assunzione dei probiotici. Nel caso invece della leucoplachia, è necessario un cambiamento allo stile di vita, quindi eliminando il fumo e limitando le sostanze alcoliche. La sindrome Lichen Planus Orale, al contrario, si tratta con farmaci mirati, prescritti dopo una visita dal dentista o dal medico curante.
Da non trascurare però, in tutti i casi, la grande importanza che riveste una corretta igiene orale con spazzolino e dentifricio, scovolino e filo interdentale, fondamentali per eliminare la carica batterica della placca e ridurre la formazione di carie, tartaro e gengiviti.

 

Leggi anche: “Igiene orale: perché il tradizionale spazzolino da denti non è abbastanza

 

Contattaci per qualsiasi informazione o per prenotare una visita. Puoi chiamarci o prenotare un appuntamento allo 081 578 50 37.

Condividi questo articolo

Lascia un commento