Hai bisogno di prenotare un appuntamento? Tel 081 578 50 37

Problemi dentali e tumore: un legame «pericoloso»

C’è un legame «pericoloso» fra problemi ai denti e cancro. Chi soffre gengiviti e parodontite, infatti, pare più a rischio di sviluppare un tumore, soprattutto dell’esofago. L’ipotesi è che i batteri che causano infiammazioni in bocca possano migrare e «nidificare» in altri organi.

Questa teoria ha una solida base scientifica

Esiste un legame fra infezioni croniche ai denti e diversi tipi di tumore. Secondo numerosi studi, chi soffre di malattia parodontale ha un maggiore rischio di ammalarsi di tumori alla bocca e all’esofago. L’associazione più forte è con le neoplasie dell’esofago, ma è stato individuato un legame anche con tumori di bocca, polmoni, cistifellea, seno e pelle. Per le donne, le infezioni gengivali sembrano essere associate a un maggior rischio di cancro al seno, indipendentemente dal loro essere o meno fumatrici. Le conclusioni raggiunte dalle ricerche più recenti vanno a sommarsi a quelle già raccolte da precedenti indagini sul possibile nesso fra patologie di denti e gengive e altre malattie che potrebbero originare da un’infiammazione cronica, quali cancro e disturbi cardiovascolari.

La possibile spiegazione: tutta colpa dei batteri?

La malattia parodontale comprende un ampio spettro di disordini che possono interessare i denti, di origine infettiva e infiammatoria. Fra questi disturbi troviamo le gengiviti (causate dall’accumulo della placca batterica) e la parodontite (che coinvolge tutto l’apparato che garantisce la fissità dei denti). I meccanismi che collegano patologie dentali e cancro non sono ancora completamente chiari. Una delle possibili spiegazioni è che i batteri del cavo orale che provocano disturbi a denti e gengive siano in grado di migrare in altri organi, utilizzando la saliva o la circolazione sanguigna. Il loro spostamento può aumentare l’infiammazione, rallentando il sistema immunitario e creando condizioni locali che fanno aumentare il rischio di ammalarsi di tumore. L’esempio più lampante e diretto sarebbe il cancro dell’esofago, organo vicino alla bocca e dunque facile da raggiungere per i batteri.

Fonte: corriere.it

Lascia un commento