E’ vero che la gravidanza indebolisce i denti?

Il periodo della gestazione è un vero e proprio periodo “di grazia” durante il quale tutte le donne non possono fare a meno di sentirsi speciali, uniche e privilegiate. Se la vita di per sé è un dono, avere la capacità e la possibilità di dare la vita lo è forse ancor di più. Un privilegio che tuttavia ha, per così dire, il suo “prezzo”: non mancano, infatti, nel corso dei nove mesi d’attesa, piccoli grandi sintomi o disturbi che fanno compagnia alla gestante. Tra questi citiamo le più note nausee, perdita o aumento di appetito, disturbi del sonno (specie negli ultimi mesi), dolori alla schiena e così via. Ma venendo a noi, cosa accade a livello di salute della bocca? E’ vero che la gravidanza indebolisce i denti? E se sì, in che modo e perché? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sul tema.

Sbalzi ormonali e gravidanza

La gravidanza porta con sé una serie di sbalzi ormonali non indifferenti dei quali la gestante è perfettamente consapevole sin dalle prime settimane. Le alterazioni dei livelli di estrogeni e progesterone nel sangue possono indurre a loro volta sbalzi d’umore repentini (non a caso, specie durante i primi mesi, le donne incinte sono particolarmente emotive e propense al pianto). Gli sbalzi ormonali possono influire anche sulla salute di denti e gengive: in virtù dell’aumento di estrogeni e progesterone, la saliva cambia sia dal punto qualitativo che dal punto di vista quantitativo. La sua differente viscosità diventa terreno fertile per l’adesione e la proliferazione di molti più batteri. Ecco perché la bocca è più soggetta a carie ed a gengiviti. La soluzione è quella di prestare più attenzione del solito alla propria igiene orale, lavandosi bene i denti subito dopo i pasti.

Nausee mattutine e problemi ai denti

Anche le nausee mattutine possono mettere a repentaglio la salute dei denti. Chi soffre di nausee particolarmente intense e va soggetta a vomito o rigurgiti acidi, dovrebbe aver cura di lavare i denti anche dopo questi episodi. E’ comprensibile che quando si è in preda alla nausea la voglia di fare uso di spazzolino e dentifricio non sia molta, ma si tenga presente che vomito e rigurgiti abbassano il PH della bocca e favoriscono l’erosione e la demineralizzazione dello smalto dentale.

Variazioni della vascolarizzazione ed aumento del progesterone

Concludiamo la carrellata delle risposte alla nostra domanda “è vero che la gravidanza indebolisce i denti?”, prendendo in esame gli effetti dei cambiamenti di vascolarizzazione. Le variazioni della vascolarizzazione si rendono più marcate ed evidenti nel corso del terzo trimestre. Con esse anche l’aumento di progesterone. Si tratta di due fattori che possono innescare spiacevoli gengiviti, con sanguinamento ed infiammazione gengivale. Quando il quadro clinico tende a diventare più importante, si possono anche presentare delle epulidi gravidiche, ovvero delle piccole lesioni gengivali piuttosto fastidiose, oppure delle iperplasie gengivali, ovvero la formazione di piccoli rigonfiamenti.

Concludendo, la gravidanza indebolisce i denti della gestante meno informata

E’ vero che la gravidanza indebolisce i denti, dunque? La risposta è dunque che la gravidanza può indebolire i denti qualora la gestante non sia perfettamente consapevole dei sintomi e delle caratteristiche che questa porta con sé. Il consiglio generale è quello di avere più cura del solito della propria igiene orale e di programmare uno o più controlli dentistici nell’arco dei nove mesi di gestazione.

Lascia un commento