Afte e piccole lesioni della bocca

Le afte  e le piccole ferite alla bocca provocate da morsi accidentali possono risultare molto fastidiose. Il dolore che si prova è intenso, anche se molto fugace, e con il contatto tra saliva, lingua, cibi e bevande con queste lesioni, le occasioni per stimolare il “bruciore” sono tante.

Perché spuntano le afte

Le afte sono delle piccole ulcere dalla forma circolare che possono spuntare in bocca, sul palato e sulla lingua, e sono un disturbo molto frequente. I soggetti colpiti più frequentemente da queste lesioni sono soggetti predisposti. Se a questo si aggiungono particolari condizioni come lo stress o la carenza di determinate vitamine, ecco che tendono a spuntano più di frequente.

Il ruolo dell’igiene orale

Una scarsa igiene orale può peggiorare questo disturbo della bocca. In particolare, quando si è colpiti da queste piccole ulcere si deve fare attenzione a usare dei collutori non troppo aggressivi.

I possibili rimedi contro le afte

I cosiddetti “rimedi della nonna”, dal sale agli sciacqui con acqua e bicarbonato, possono essere soluzioni tampone ma non sono assolutamente risolutive. Per le afte c’è un trattamento specifico a base di gel astringenti, per esempio, a cui si deve ricorrere soprattutto per evitare che le lesioni si cronicizzino. Se si sospetta una carenza vitaminica si può assumere un complesso di vitamina B, sempre seguendo i consigli del medico.

Meglio evitare i cibi acidi

Le afte e le lesioni sono fastidiose se a contatto con alcuni liquidi, soprattutto acidi come il succo di limone. Bere al mattino un bicchiere d’acqua, calda o a temperatura ambiente, con mezzo limone spremuto è una pratica che in molti seguono, ma che per i denti può creare qualche problema.

Quando può capitare di ferirsi

A tutti può capitare di ferirsi la lingua e soprattutto la parte interna delle guance con dei morsi involontari. Capita spesso soprattutto durante la masticazione. Se si ha una protesi che non è stata costruita e impiantata in maniera corretta, i morsi sono più frequenti. Ma i soggetti più esposti sono quelli che hanno perso dei denti, in particolare gli ultimi molari. Lo spazio prima occupato dai denti è preso da lingua e guance e capita molte volte di morderle.

Attenzione alla gengivite

Un disturbo più serio di afte e piccole lesioni è la gengivite. Quando c’è un’infiammazione, la mucosa delle gengive si gonfia, le gengive sanguinano e se non è trattata, può degenerare in parodontite, un disturbo che colpisce i tessuti di sostegno dei denti.

Come trattare una gengivite

Il trattamento della gengivite dipende dalla severità dell’infiammazione. Nei casi più lievi è sufficiente una buona igiene orale. Nei casi più gravi, in cui possono anche comparire delle ulcere necrotiche, può essere necessaria una cura a base di antibiotici e antinfiammatori.

Fonte: humanitasalute.it

Lascia un commento